fbpx
esame-audiometrico.png

24 Gennaio 2024 NewsOtorinolaringoiatria
Esame audiometrico

L’esame audiometrico è un’indagine che serve a valutare la capacità uditiva di un individuo per stabilire se ci sono delle perdite di percezione e stabilire se ci sono deficit o anomalie.

L’orecchio umano si divide in tre parti, ovvero orecchio esterno, costituito dal timpano il quale fa entrare i suoni; orecchio medio, composto da tre ossicini chiamati martello, incudine e staffa che trasmettono il suono all’orecchio interno e dalla tromba di Eustachio; orecchio interno, costituito dalla coclea, che contiene i nervi che trasmettono il suono al cervello, e da vestibolo e canali semicircolari che contengono i recettori dell’equilibrio.

COME SI SVOLGE L’ESAME AUDIOMETRICO?

Il paziente viene fatto accomodare in una speciale cabina insonorizzata e gli vengono fornite delle cuffie in cui sono trasmessi dei suoni. Essi possono essere ad intensità crescente per determinare le soglie di ascolto confortevole e di fastidio del paziente (audiometria tonale sopraliminare), oppure ad intensità fissa per individuare la soglia audiometrica assoluta nei confronti di qualunque stimolo sonoro (audiometria tonale liminare).


lavaggio.png

24 Gennaio 2024 NewsOtorinolaringoiatria
Lavaggio auricolare
Cos’è?

Il lavaggio auricolare è una tecnica semplice utilizzata per rimuovere eventuali tappi di cerume presenti nel CUE (condotto uditivo esterno). Dopo valutazione del CUE con apposito strumento (otoscopio) e individuazione del tappo di cerume, si procede ad irrigazione con acqua tiepida mediante una semplice siringa.

BISOGNA SEGUIRE UNA PREPARAZIONE?

Prima di sottoporsi alla procedura è bene applicare per qualche giorno delle gocce di soluzione emolliente, per facilitare la procedura di rimozione. Si consiglia in particolare l’applicazione di CERULISINA in entrambi i condotti uditivi per tre volte al giorno, nei 5/6 giorni antecedenti all’appuntamento.

Il lavaggio auricolare è controindicato in presenza di otite media acuta, precedenti interventi chirurgici all’orecchio e perforazione della membrana timpanica.


MODELLO-PROMO-FEBBRAIO-OTORINO-1.png

PROMO FEBBRAIO OTORINOLARINGOIATRIA

Per il mese di febbraio la Polimedica Favino in collaborazione con la Dott.ssa Laura Loccisano, otorinolaringoiatra, e la Dott.ssa Elisa Pani, otorinolaringoiatra, propone sconto su

  • Visita otorinolaringoiatra 72euro anziché 80
  • Visita otorinolaringoiatra + lavaggio auricolare 100euro anziché 120
  • Visita otorinolaringoiatra + esame audiometrico 110euro anziché 120

Per prenotare un appuntamento chiamaci allo 0656569037 oppure utilizza il calendario che ti riportiamo in basso – Seleziona la voce “PROMO FEBBRAIO VISITA” oppure “PROMO FEBBRAIO VISITA + LAVAGGIO” oppure “PROMO FEBBRAIO VISITA + ESAME AUDIOMETRICO”

Cosa
Loccisano
Pani
Tutti
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
2024
2025
2026
2027
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
3
5
6
7
10
8
9
10
11
5
12
13
14
11
15
16
17
18
6
19
20
21
12
22
23
24
25
6
26
27
28
12
29
30
31

 


acufene.png

Acufene: cos’è?

Il ronzio alle orecchie, o acufene, costituisce un disagio più o meno importante che tormenta gran parte della popolazione.
I ronzii sono rumori fastidiosi, continui o intermittenti, percepiti in assenza di fonti sonore esterne che possono costituire un fenomeno temporaneo o, al contrario, assiduo e permanente.

Quali sono i sintomi?

Ciò che varia da un paziente ad un altro è l’intensità del rumore percepito. I ronzii possono essere descritti come:

  • fischio
  • rumore simile a ronzio
  • sibilo
  • rumore simile a grido acuto
  • tinnito
  • soffio costante
  • rumore penetrante
  • ronzio pulsante
Conseguenze dell’acufene

Il ronzio costante nelle orecchie causa diverse conseguenze che si ripercuotono negativamente sulla qualità del sonno. Possono indurre anche a stati di ansia, depressione, insonnia, irritabilità.

Diagnosi

Le strategie diagnostiche più utilizzate per risalite alla causa scatenante dell’acufene sono:

  • Esame audiometrico
  • Test di movimento –> il medico esamina i movimenti oculari, mandibolari, del collo e degli arti del paziente. Se, durante questi movimenti, il ronzio alle orecchie peggiora o diminuisce, lo specialista può orientare la diagnosi verso una causa piuttosto che un’altra
  • Test di imaging (TC o  RMN)
Rimedi

In caso di ronzio è opportuno rivolgersi ad un medico specializzato. Alla Polimedica Favino la dott.ssa Elisa Pani, otorino, potrà aiutarti a trovare la soluzione.

La cura completa e definitiva per l’acufene è possibile solo quando viene identificata con certezza la causa scatenante.
In linea generale, i pazienti che lamentano fastidiosi acufeni vengono sottoposti ad un’accurata pulizia delle orecchie, mirata alla rimozione dei tappi di cerume. L’igiene dell’orecchio può attenuare il ronzio percepito.


Logo

Ci prendiamo cura delle persone
prima che delle loro malattie, con un’attitudine
multidisciplinare che coinvolge, quando serve,
l’intero team di specialisti.

Largo Alfonso Favino 37 00173 Roma
E-mail: polifavino@gmail.com
Telefono: 06 56 56 90 37
P. IVA 14030301007
CF: 14030301007

Copyright 2017 Polimedica Favino S.r.l. - Tutti i diritti riservati